Brain
brain
europa
critic
Coloro cui sfugge completamente l'idea che è possibile aver torto non possono imparare nulla, tranne la tecnica. (Gregory Bateson)
Vai ai contenuti
Valutare la credibilità dei Blog
APPLICAZIONI
Scopo di questa pagina
Il contenuto informativo dei blog è minore di quello dei website ma più aggiornato. Un blog (o weblog) è la registrazione cronologica di un diario personale online i cui articoli (post) e commenti vengono pubblicati in ordine cronologico inverso (il più recente in alto). Quando la relazione tra giornalismo e blog si manifestò molti iniziarono a sfruttare il potenziale di questo mezzo per la diffusione di notizie in alternativa ai giornali tradizionali online. L'efficacia dei blog e la crescita esponenziale dei lettori hanno contribuito alla modifica del giornalismo tradizionale: oggi tutti i giornali tradizionali online pubblicano i post di collaboratori esterni che dispongono di alta credibilità nel loro settore.
Inoltre i blog, nati come diari personali, sono diventati strumenti per il marketing aziendale: i blog aziendali hanno lo scopo di integrare i website aziendali offrendo contenuti aggiuntivi, informali e coinvolgenti. La qualità dei contenuti dei blog è progressivamente aumentata e anche la lunghezza dei post (che mediamente nel 2020 è di circa 3000 parole).
Quando vediamo per la prima volta un blog su cosa ci basiamo per valutarne la credibilità? Una ricerca condotta dalla ricercatrice Gitte Landgaard ha dimostrato che un gruppo di volontari, sottoposti alla visualizzazione flash di un centinaio di website, ha maturato un'opinione inconscia (positiva o negativa) su ognuno di essi,  in un tempo di circa 50 millesimi di secondo. E allora? Sembra quindi che la prima percezione di un blog si basi esclusivamente sulla qualità formale (forme, colori, disposizione degli elementi) e prescinda dalla qualità dei contenuti. Sulla qualità formale, probabilmente, noi diamo un'anticipazione di credibilità che ci fa decidere se abbandonare il blog o proseguire nella sua fruizione. Sui contenuti interviene, dopo la prima fase, la nostra capacità razionale, ad esempio con i criteri indicati in questa pagina.

Farsi un'opinione in 50 millisecondi

Una ricerca condotta dalla ricercatrice Gitte Landgaard ha dimostrato che un gruppo di volontari, sottoposti alla visualizzazione flash di un centinaio di website, ha maturato un'opinione inconscia (positiva o negativa) su ognuno di essi,  in un tempo di circa 50 millesimi di secondo.


A supporto delle sue ricerche la Landgaard cita i risultati di alcuni studi neurofisiologici (Damasio 2000, LeDoux 1992, Ekman 1992), che hanno evidenziato come, in presenza di uno stimolo visivo il sistema limbico (cioè il nostro cervello emotivo), viene interessato prima
che questo stimolo possa essere interpretato dalla neocorteccia (il nostro sistema cognitivo).


Quando una persona guarda la pagina di un website, il suo sguardo impiega alcune decine di secondi prima che egli possa maturare un'opinione conscia
del suo interesse per quella pagina.


In un tempo molto più breve, la stessa persona ha però maturato un'opinione inconscia del suo gradimento estetico, indipendente dalla qualità e usabilità di quel website.

Per approfondire andare alla pagina fisiologia della visione.

Un sondaggio ha rivelato che il 56% dei blogger riceve dei risultati migliori se spende più di sei ore a scrivere un post. Anche se può sembrare molto tempo, una scrittura ricca di dati vale l'investimento se si colloca in alto nei motori di ricerca e attira i lettori su un blog aziendale.
Il punto chiave

Quando guardiamo un Blog (o più in generale una pagina web) occorrono alcune decine di secondi prima di riuscire a maturare un giudizio "conscio" sul nostro interesse per quello che vediamo. Ma la nostra mente ha già emesso (in 50 millesimi di secondo) un giudizio "inconscio" del nostro gradimento. (Gitte Landgaard)

Blogging
Come valutiamo la credibilità dei Blog?

Per valutare la credibilità di un blog dobbiamo capire cosa lo differenzia da un website. Alle origini, prima del 1998, i blog erano dei semplici website che offrivano la possibilità di pubblicare i commenti dei lettori.

Il contenuto informativo dei blog è minore di quello dei website ma più aggiornato.
Un blog (o weblog) è la registrazione cronologica di un diario personale online i cui articoli (post) e commenti vengono pubblicati in ordine cronologico inverso (il più recente in alto). Quando la relazione tra giornalismo e blog si manifestò molti iniziarono a sfruttare il potenziale di questo mezzo per la diffusione di notizie in alternativa ai giornali tradizionali online. L'efficacia dei blog e la crescita esponenziale dei lettori hanno contribuito alla modifica del giornalismo tradizionale: oggi tutti i giornali tradizionali online pubblicano i post di collaboratori esterni che dispongono di alta credibilità nel loro settore.

Inoltre i blog, nati come diari personali, sono diventati strumenti per il marketing aziendale: i blog aziendali hanno lo scopo di integrare i website aziendali offrendo contenuti aggiuntivi, informali e coinvolgenti. La qualità dei contenuti dei blog è progressivamente aumentata e anche la lunghezza dei post (che mediamente nel 2020 è di circa 3000 parole). Scrive Annika Helendi nel 2019:


L'idea che la lunghezza ottimale dei post sul blog dovrebbe essere di circa 1.000 parole si sta estinguendo. Invece, gli articoli lunghi e pieni di informazioni che coprono tra le 1.000 e le 7.000 parole stanno diventando popolari a causa dell'elevato tasso di traffico che attraggono. In effetti, i post di blog di oltre 3.000 parole tendono a ricevere la maggior parte del traffico Internet.
Ciò che conta nella blogosfera

Sebbene la struttura di un blog sia molto variabile, ne sintetizziamo la forma tipica nella figura sopra riportata. Nella blogosfera i link (entranti e uscenti) sono oggetto di un vero e proprio commercio perchè innalzano fittiziamente l'indice Technorati. Come ha scritto Fabio Metitieri (Il grande inganno del Web 2.0 - 2009 Laterza, p.44-45): "la popolarità dei blog, soprattutto in un ambiente piccolo come quello italiano, è in gran parte dovuto ai link reciproci fra gruppetti di blogger amici, che si conoscono già, anche se solo online. Nei post, un blogger cita un secondo blogger, tra quelli della sua cerchia, linkandolo; il secondo blogger legge e scrive un post di commento, linkando il primo per restituirgli il favore e così via. Oltre a questo esistono i blogroll, gli elenchi che ciascun blogger compila e tiene nella sua pagina principale, con i collegamenti ai blog che legge abitualmente o che sono scritti dai suoi amici. I blogroll costituiscono una vera e propria merce di scambio".

Oggi i post dei blog aziendali vengono scritti da professionisti e ci sono aziende (ad esempio Contently) che reclutano gli scrittori (specializzati su qualunque tema) e offrono pacchetti da 4000 parole al mese per 250 USD.

L'analisi di credibilità dei blog, così come per i website, si compone di due dimensioni: autorevolezza e qualità dell'informazione: i parametri necessari a valutare la credibilità vanno cercati nella testata (dovrebbe rispondere alle domande Chi? e Perchè) e nel Post+Sidebar (risponde alle domande Cosa? Quando? Dove?). Per approfondire andare alla pagina Credibilità dell'Ecosistema Mediatico Emergente.

Analisi Flash

Se non si ha molto tempo si consiglia una prima analisi rispondendo a queste cinque domande:
a

Chi
: Il blog è "personale" (appartiene a una sola persona, il cui nome è specificato, che ne determina i contenuti autonomamente) o "aziendale"?
Perchè
: É specificato lo scopo che il blog si prefigge? (ad esempio: vendere, informare, educare, ecc.)
Cosa
: I contenuti del blog indicano fonti e riferimenti bibliografici rintracciabili (autori, documenti, libri, website, ecc.)?
Quando
: Con quale frequenza vengono pubblicati i post (settimanale, mensile, altra)?
Dove
: Se il blog è l'estensione di un sito web, effettuare anche l'analisi flash del website

Analisi Sistematica

Un'analisi completa della credibilità di un blog può essere fatta con la checklist scaricabile qui:


Oggi i post dei blog aziendali vengono scritti da professionisti e ci sono aziende che reclutano gli scrittori (specializzati su qualunque tema) che offrono pacchetti da 4000 parole al mese per 250 USD. L'analisi di credibilità dei blog, così come per i website, si compone di due dimensioni: autorevolezza e qualità dell'informazione
La razionalità richiede impegno personale!
Iscriviti alla Newsletter di pensierocritico.eu per ricevere in anteprima nuovi contenuti e aggiornamenti:
Bibliografia (chi fa delle buone letture è meno manipolabile)


Scrivi, se non sei d'accordo
Se ritenete che le tesi del "punto chiave" non vengano sufficientemente supportate dagli argomenti presenti in questa pagina potete esprimere il vostro parere (motivandolo).
Inviate una email con il FORM. Riceverete una risposta. Grazie della collaborazione.
Libri consigliati
a chi non vuole correre il rischio di ingannarsi sulla credibilità dei Blog che frequenta
Spesa annua pro capite in Italia per gioco d'azzardo 1.583 euro, per l'acquisto di libri 58,8 euro (fonte: l'Espresso 5/2/17)

Pagina aggiornata il 12 marzo 2021

creative commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5 Generico
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5 Generico
Torna ai contenuti