Processo valutazione website - Fase5: Dove? - Pensiero Critico

Cerca nel sito
Privacy Policy
Vai ai contenuti

Menu principale:

Processo valutazione website - Fase5: Dove?

Applicazioni
Puoi condividere questa pagina:
dot
Scopo: valuta il dominio di primo livello di un sito e la tipologia dei link entranti/uscenti

Dominio di primo livello

Una prima distinzione della credibilità di un website potrebbe darla il tipo di dominio in cui esso è registrato ad esempio, a livello internazionale, i siti non profit (.org, .edu) e quelli istituzionali (.gov, .mil) dovrebbero essere più credibili di quelli commerciali (.com, .biz) e di quelli nazionali (.it, ecc). Purtroppo questa è una distinzione che spesso dice poco della credibilità di un sito.

Web Impact Factor (WIF): Link entranti e uscenti

Un elemento tecnico utile a valutare la credibilità di un website è il WIF, cioè la frequenza con cui la pagina media di uno specifico sito è stata linkata a un'altra pagina della rete a un dato istante. Il WIF è nato in ambito bibliometrico per valutare l'impatto dei siti istituzionali (universitari, di istituti di ricerca, ecc), ma può essere calcolato per qualunque tipo di sito (per approfondire andare alla pagina Webometria). Ogni website ha tre tipi di link: entranti (inlink), uscenti (outlink) e interni (selflink). Il WIF è definito come rapporto tra n° di link totali (inlink+selflink) e n° di pagine indicizzate. Inoltre occorrerebbe valutare se gli inlink provengono da siti credibili e gli outlink si indirizzano a siti credibili.

Il WIF fornisce un valore indicativo del prestigio e della credibilità conquistata da un sito web. Il suo valore è tanto più significativo quanto più lungo è il periodo di pubblicazione di un sito e quanto più grande è il sito (a causa del n° di selflink). Per ovviare a tale problema è possibile modificare l'algoritmo che ne determina il valore eliminando dal numeratore i selflink:

WIF = n° totale inlink / n°  totale pagine indicizzate


WIF

Tale analisi è ovviamente lunga e faticosa, inoltre questo parametro è dinamico e difficile da misurare, sia perchè occorrerebbe misurare anche la credibilità dei siti linkati (in ingresso e in uscita), sia perchè per farlo occorre accedere ai tools offerti ai webmaster (ad esempio strumenti per i webmaster Google). Dato che il numero di link entranti aumenta il posizionamento dei siti nelle ricerche dei motori, sono state messe in atto dagli ottimizzatori (SEO) delle strategie per incrementare fittiziamente tale numero (un vero e proprio mercato dei link). Quindi, nel valutare la credibilità di un sito, consigliamo di verificare almeno 5 siti (linkati in uscita dal sito in esame) e, su di essi svolgere l'analisi flash suggerita alla pagina valutare un sito web. Oppure, qualora si abbia a disposizione un software per la rilevazione degli inlink (ad esempio Majestic SEO), tentare un calcolo del WIF e confrontarne il valore con il WIF di un sito ritenuto credibile.

Domande

  1. Di che tipo è il dominio di primo livello del sito: geografico (.it, .gb, .eu, ecc.) o generico: commerciale (.com), business (.biz), organizzazione non profit (.org), educativo (.edu), informativo (.info), network (.net), militare (.mil), ecc. ?

  2. Verificare quanti e quali altri siti linkano al sito in esame (inlink) mediante il motore yahoo digitando link: nomedelsito (es: link: www.rai.it), oppure usare un software per la verifica complessiva dei link (es: Majestic SEO)

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________

Pagina aggiornata il 15 novembre 2014

 
copyright 2012-2016 Licenza Creative Commons
I contenuti di pensierocritico.eu sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Protected by Copyscape Web Plagiarism Check
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu