Brain
brain
europa
critic
Coloro cui sfugge completamente l'idea che è possibile aver torto non possono imparare nulla, tranne la tecnica. (Gregory Bateson)
Vai ai contenuti
L'Anticonformismo di Giorgio Gaber
TEORIE > STRUMENTI > CANZONI CRITICHE
Testo

Musica di Giorgio Gaber, Parole di Sandro Luporini

Io sono
un uomo nuovo
talmente nuovo che è da tempo che non sono neanche più fascista
sono sensibile e altruista
orientalista
ed in passato sono stato
un po' sessantottista
da un po' di tempo ambientalista
qualche anno fa nell'euforia mi son sentito
come un po' tutti socialista.

Io sono
un uomo nuovo
per carità lo dico in senso letterale sono progressista
al tempo stesso liberista
antirazzista
e sono molto buono
sono animalista
non sono più assistenzialista
ultimamente sono un po' controcorrente
son federalista.

Il conformista
è uno che di solito sta sempre dalla parte giusta,
il conformista ha tutte le risposte belle chiare dentro la sua testa
è un concentrato di opinioni
che tiene sotto il braccio due o tre quotidiani
e quando ha voglia di pensare pensa per sentito dire
forse da buon opportunista
si adegua senza farci caso e vive nel suo paradiso.

Il conformista
è un uomo a tutto tondo che si muove senza consistenza,
il conformista s'allena a scivolare dentro il mare della maggioranza
è un animale assai comune
che vive di parole da conversazione
di notte sogna e vengon fuori i sogni di altri sognatori
il giorno esplode la sua festa
che è stare in pace con il mondo
e farsi largo galleggiando
il conformista
il conformista.

Io sono
un uomo nuovo
e con le donne c'ho un rapporto straordinario sono femminista
son disponibile e ottimista
europeista
non alzo mai la voce
sono pacifista
ero marxista-leninista
e dopo un po' non so perché mi son trovato
cattocomunista.

Il conformista
non ha capito bene che rimbalza meglio di un pallone
il conformista aerostato evoluto
che è gonfiato dall'informazione
è il risultato di una specie
che vola sempre a bassa quota in superficie
poi sfiora il mondo con un dito e si sente realizzato,
vive e questo già gli basta
e devo dire che oramai
somiglia molto a tutti noi
il conformista
il conformista.

Io sono
un uomo nuovo
talmente nuovo che si vede a prima vista sono il nuovo conformista.

Album completo
Album Un'idiozia conquistata a fatica
"Un'idiozia conquistata a fatica" conteneva parecchie canzoni del tutto inedite ma anche alcune riprese dal terzo anno di "E pensare che c'era il pensiero" [...] Per parte nostra, in un tempo in cui ci sembrava di assistere alla tragica fine di qualsiasi forma di pensiero, io e Gaber volevamo riprovare a pensare. Non si sa mai. Cominciammo allora a considerare quali fossero i nemici più immediatamente visibili del nostro ideale luogo del pensiero. Tra tutti quelli che ci vennero in mente il conformismo era di sicuro uno dei più pericolosi. E' per questo motivo che abbiamo scritto la canzone intitolata appunto "Il conformista". (da G.Vi racconto Gaber di Sandro Luporini p.269)
Genesi di tutte le canzoni e gli spettacoli di Giorgio Gaber narrata dall'autore dei testi Sandro Luporini
Sandra Bonsanti
I conformisti, con la loro abilità nel trasformare le più sciocche banalità in parole dall'apparenza sana e intelligenti, ci sembravano rappresentare un'insidia reale, capace di contagiare involontariamente un po' tutti. (p.269)
La razionalità richiede impegno personale!
Iscriviti alla Newsletter di pensierocritico.eu per ricevere in anteprima nuovi contenuti e aggiornamenti:
Spesa annua pro capite in Italia per gioco d'azzardo 1.583 euro, per l'acquisto di libri 58,8 euro (fonte: l'Espresso 5/2/17)

Pagina aggiornata il 12 dicembre 2013

creative commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5 Generico
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5 Generico
Torna ai contenuti